L'anatomia di un capo di abbigliamento secondo Denise Bonapace

0
L'anatomia di un capo di abbigliamento secondo Denise Bonapace
di Marianna Frattarelli

Vi segnaliamo il progetto di Denise Bonapace, Anatomy: storie di capi d'abbigliamento dissezionati. Perché ci piace? Perché sono capi interattivi e perché noi di Bcome abbiamo un progetto nel cassetto (dell'armadio) firmato dalla progettista.



Anatomy
- il nuovo progetto di Denise Bonapace presentato a Super/Pitty immagine (Milano) in questi giorni, e presso lo showroon di via Forcella dal 7 al 20 marzo - è una mini collezione di tre capi, maglia-abito-giacca, dissezionati dalla progettista in parti fondamentali e fondanti così da poter essere indossati in modo creativo e da potersi prestare a personali assemblaggi. Capi interattivi, diremmo noi di Bcome. Per dirla, invece, come la direbbe Denise Bonapace, sono abiti relazionali, cioè che pongono in essere una relazione con il corpo e con tutta la persona, che raccontano quello che possono fare insieme. Per questo motivo i progetti della Bonapace sono immutabili, non hanno stagionalità né subiscono gli umori della moda.

 

I capi Anatomy, 100% Merino, nei colori neutri (corda, grigio, nero) vengono accesi da colli, collane, polsi e bracciali dai toni vivaci: giallo, rosso, blu e verde.

I progetti di Denise Bonapace sono distribuiti in negozi specializzati e sono acquistabili anche online nella sezione “shop” del suo sito denisebonapace.com

 


 

 

commenti

ci sono 0 commenti per questa news

Scrivi

I commenti offensivi verranno automaticamente rimossi
Il testo del tuo
commento
Nome / nickname
Indirizzo email
( non verrà pubblicato )
Il tuo sito