L'arte contemporanea raccontata a mio figlio #5: Kiki Smith, Companions

0
L'arte contemporanea raccontata a mio figlio #5: Kiki Smith, Companions
di Marianna Frattarelli

Chi ha paura del lupo? Nel suo dittico, l’artista americana Kiki Smith, citando lo stile dei grandi libri illustrati dell’Ottocento, posiziona la fanciulla da una parte e il lupo dall’altra, alla stessa altezza perché si guardino negli occhi. Che grandi occhi che hai? - si dice a un certo punto del dialogo tra Cappuccetto e il Lupo, nella celeberrima fiaba dei fratelli Grimm. Nella visione di Kiki, anche lei di origine tedesca (1954, Nuremberg), come descriveresti il rapporto tra i due? Un suggerimento: rifletti sul titolo dell’opera, Companions.

Kiki Smith, Companions, 2001 litografia - dittico 
In un altro lavoro, Wolfe Girl (Ragazza lupo, 1999), l'artista sottolinea la somiglianza tra i personaggi piuttosto che le differenze. Prova anche tu: fai una fotocopia di un tuo ritratto fotografico e controluce ricalca i lineamenti su un foglio bianco; con la matita o direttamente con il colore ricopri il ritratto appena ottenuto con una folta peluria lasciando in evidenza e ben riconoscibili gli occhi e la bocca. Come ti senti coperto dalla sua pelliccia?

Kiki Smith Wolf Girl, from the series "Blue Prints" 1999  

commenti

ci sono 0 commenti per questa news

Scrivi

I commenti offensivi verranno automaticamente rimossi
Il testo del tuo
commento
Nome / nickname
Indirizzo email
( non verrà pubblicato )
Il tuo sito