Residenza d'artista al Cern

0
Residenza d'artista al Cern
di Marianna Frattarelli

Anche se il bando sta per scadere, la notizia va comunque segnalata. Fino al 23 maggio è possibile partecipare al COLLIDE International Award indetto dal Cern di Ginevra. Sotto la Open Call in scadenza, i loghi dei partner coinvolti - oltre al Cern anche il FACT, Foundation for Art and Creative Technology, centro di arti multimediali del Regno Unito con sede a Liverpool - ci comunicano gli ambiti disciplinari che s’intende avvicinare: scienza, arte e tecnologia. Incompatibili? Certo che no. Collide cerca di sanare questa distanza offrendo all’artista vincitore del bando unaresidenza di tre mesi presso il CernLab e un rimborso di 15.000 franchi. 

Per capire la portata della notizia userò una citazione tratta dal libro “Bianco-Valente Il libro delle parole” di Caterina Senigallia edito da Postmedia Books: “Può sembrare una posizione azzardata, bisogna ricordare che gli artisti non hanno bisogno di dimostrare le proprie teorie, non sono scienziati e possono limitarsi a proporre idee che possano stimolare il ragionamento, che possano causare delle riflessioni oltre che le emozioni, anche solo limitandosi a suggerire un assottigliamento del confine tra naturale e artificiale”.



La ricerca artistica contemporanea non è nuova al servizio di tematiche come la divulgazione scientifica e le scoperte della fisica. L’opera Aggrovigliamenti di Paola Anziché, del 2009, è il frutto della collaborazione tra l’artista e l’Agenzia Spaziale Italiana nell’ambito del programma di divulgazione scientifica per la missione Gaia. Aggrovigliamenti è di fatto un reticolato argentato elastico, grande 30mq,  aperto e tenuto alle sue estremità da alcune persone per essere disponibile alle dimostrazioni scientifiche. Le persone sono invitate ad entrarvi e simulare le interazioni fisiche dettate dalla geometria dello spazio-tempo creata dalla loro partecipazione corporea. La situazione che viene a crearsi è suggestiva, giocosa, e capace di coinvolgere tante persone in un’azione collettiva fortemente estetica e, nello stesso tempo, di immediato ritorno percettivo del come la teoria della Relatività Generale “trama” l’Universo.

 

commenti

ci sono 0 commenti per questa news

Scrivi

I commenti offensivi verranno automaticamente rimossi
Il testo del tuo
commento
Nome / nickname
Indirizzo email
( non verrà pubblicato )
Il tuo sito